Info

Adam è il nickname di un cristiano che vuole riflettere sulla rilevanza della fede cristiana nel mondo moderno.

Italiano, di famiglia evangelica, non è mai stato cattolico, in un Paese che è influenzato nelle sue strutture di fondo, etiche, filosofiche oltre che religiose, dall’ospitare la sede delle più alte cariche di quella grande chiesa cristiana.
Ritiene che la sfida sia ancora ritrovare nel Nuovo Testamento quello che serve alla vita della Chiesa: contenuti, modelli organizzativi, ma si ritiene libero per quel che riguarda le forme.
Non si capacita di come le chiese che si definiscono cristiane siano spesso divise da questioni e dottrine che in ultima istanza chiamano in gioco le forme. In realtà la chiesa/le chiese avrebbero bisogno di un rinnovamento etico profondo. Troppi abusi di potere, ancora. Menzogne, inganni, manipolazioni. Invece di essere luoghi dove la verità viene annunciata e vissuta, le comunità e organizzazioni cristiane si rivelano, spesso, luoghi dove esercitare controllo e ingabbiare le coscienze.

Adam ritiene che una chiesa con queste caratteristiche sia destinata all’irrilevanza e al giudizio di Dio. E quindi spera di dare un contributo oltre che all’analisi degli scenari economici, politici, culturali e spirituali della contemporaneità, al rinnovamento della chiesa – gli basterebbe dare una gomitata ogni tanto..

Adam è un professionista vive tutte le tensioni economiche e lavorative di un italiano dei nostri giorni, nel settore industriale, ma ha una formazione umanistica.

One Comment

  1. Mi piace il tuo approccio! Ci servono osservatori costruttivi!

Lascia un commento

Required fields are marked *.